Il dropshipping è legale? (Requisiti)

Last Updated on Novembre 9, 2020 by Jay Clover

Il dropshipping è uno dei modelli di e-commerce più comuni oggi. Molti imprenditori utilizzano questo modello perché consente loro di avviare / gestire la propria attività online senza investire molti soldi.

Mentre il dropshipping è disponibile per chiunque sia interessato ad avere un negozio online e sembra semplice, ci sono molte cose che devi considerare prima di iniziare la tua attività con la legalità che è la più grande preoccupazione. Quindi, diamo un'occhiata a ciascuno di essi.

Il dropshipping è legale?

La risposta breve a questa domanda è SI, il dropshipping è legale. Puoi avviare la tua attività di dropshipping scegliendo una piattaforma su cui vendere, come Shopify, o utilizzare il negozio WordPress per vendere i prodotti.

E, mentre tutti possono fare dropship, devi sapere come farlo correttamente. Per questo, è necessario conoscere i requisiti legali e seguire le migliori pratiche etiche e legali.

Requisiti legali

Licenza Business

Una delle prime cose a cui le persone pensano è se hanno bisogno di registrare la loro attività al dropship. La risposta breve a questa domanda è NO . Non è necessario registrare la tua attività per il dropship. Basta scegliere la piattaforma di e-commerce che ti piace di più, registrarsi per un account, aggiungere i dati del conto bancario e il numero di previdenza sociale, importare prodotti e sei pronto per partire.

Tuttavia, è consigliato perché può aiutarti in molte situazioni, come costruire una relazione affidabile con i tuoi clienti e fornitori e risolvere eventuali problemi legali. Inoltre, ti aiuterà con le tasse, la credibilità e la responsabilità.

Responsabilità

Essendo registrato come azienda, la tua responsabilità è limitata in caso di problemi con i prodotti che vendi. Questo è di grande importanza e consigliato nel dropshipping poiché non vedi i prodotti che vendi ma fai affidamento sulle affermazioni del produttore.

Avere una licenza commerciale è di fondamentale importanza per quei prodotti dropshipping di AliExpress. È perché i prodotti venduti su questa piattaforma sono noti per la loro bassa qualità e possono avere difetti. E, se c'è un problema con il prodotto, il cliente ti incolperà e ti chiederà di assumerti la responsabilità, non il tuo fornitore che non conosce.

Agendo come persona giuridica, sei protetto da eventuali problemi indesiderati e responsabilità personale. Inoltre, per stare lontano da problemi indesiderati, è meglio lavorare con fornitori affermati e affidabili per Europa, Stati Uniti, Australia e Canada.

Assicurazione responsabilità civile del prodotto

Ottenere l'assicurazione di responsabilità civile del prodotto è un'altra grande idea per i dropshipper poiché protegge la tua attività da qualsiasi rischio legale e finanziario causato da prodotti di bassa qualità venduti attraverso il tuo negozio. Copre le spese legali e giudiziarie della tua difesa in caso di vendita di un prodotto scadente e di bassa qualità con un difetto.

Legittimità

Costruire una relazione forte con i tuoi clienti e la tua credulità sul mercato è un fattore essenziale per avere successo sul mercato. Dal momento che le persone tendono a fidarsi delle aziende legali e registrate rispetto a quelle non registrate, è sicuramente una buona idea ottenere una licenza commerciale. Costruirà anche la tua credibilità con i tuoi fornitori e qualsiasi altra attività con cui potresti lavorare in futuro.

Inoltre, rende la compilazione di moduli e altri documenti molto più semplice. Tutto quello che devi fare è inserire le informazioni sulla tua attività e il gioco è fatto.

Tasse

L'ultimo requisito per gestire un'attività di dropshipping legale è la tassazione. Mentre puoi pagare le tasse come persona, è meglio pagarle come persona giuridica.

Sì, prenderanno dai tuoi guadagni ma dormirai meglio la notte. Inoltre, non solo sarai visto come affidabile agli occhi dei tuoi clienti e delle tue forniture, ma anche di fronte al tuo paese.

Naturalmente, prima di intraprendere qualsiasi azione, è necessario consultare un commercialista e un avvocato fiscale. Ti spiegheranno il processo e ti daranno tutte le informazioni che devi sapere.

Semi-requisiti

I semi-requisiti si riferiscono alle pratiche che non sono richieste sul tuo negozio di e-commerce ma sono buone da avere. Ti aiutano a migliorare la tua affidabilità agli occhi dei tuoi clienti, il che si tradurrà in più vendite e più clienti in futuro. Inoltre, possono fornirti una protezione aggiuntiva in caso di problemi.

Politica di rimborso

La politica di rimborso è una delle cose più comuni viste nei negozi di e-commerce. Sebbene non siano necessari, è bello averli in quanto garantiscono ai tuoi clienti che siano protetti in caso di problemi con il prodotto dalla tua parte. Dice anche loro che sei serio riguardo alla tua attività e vuoi lavorare per soddisfare gli acquirenti. Inoltre, ti protegge dai clienti che fanno false affermazioni sul prodotto che hanno acquistato.

Indicando le politiche del tuo negozio, il tuo cliente saprà in anticipo cosa può fare se non è soddisfatto del prodotto, il prodotto non è come pubblicizzato o ha un difetto.

Disclaimer aziendali

Queste sono le dichiarazioni sul tuo sito che consentono ai potenziali acquirenti di saperne di più sul modo in cui funziona il tuo sito web e proteggerli. Non sono un accordo qualsiasi, ma un semplice avviso che i tuoi clienti dovrebbero conoscere.

Esistono diversi tipi di dichiarazioni di non responsabilità, tra cui:

  • Affiliati
  • Salute e sicurezza
  • Legale
  • Collegamenti esterni

Non li usi e dovresti usarli tutti, solo quelli adatti alla tua attività. Possono "spaventare" i clienti se sono posizionati in tutto il tuo negozio, motivo per cui è meglio avere una sezione sul tuo sito web dedicata a loro.

Accordi legali

Termini e condizioni e Informativa sulla privacy sono i due accordi legali più comuni e indispensabili inclusi nel tuo negozio.

L'accordo Termini e condizioni protegge la tua azienda da qualsiasi problema imprevisto. Di solito contiene la politica di rimborso e la restituzione del prodotto. Dovrebbe anche contenere tutte le norme legali che i clienti dovrebbero seguire, come le violazioni. Ad esempio, questo può riferirsi alla rivendita del prodotto che hanno acquistato con il loro nome senza preavviso, al furto di un prodotto o di altre proprietà o al lasciare recensioni improprie.

In termini di accordo sulla politica sulla privacy, la prima cosa che dovresti sapere è che èrichiesto dalla legge se raccogli informazioni personali sul tuo sito. Dal momento che sei un negozio di e-commerce, lo fai quando gli acquirenti lasciano informazioni personali per condurre una transazione. Quindi, devi includere questo accordo sul tuo sito web. Sebbene alcuni paesi non richiedano questo accordo, se operi a livello internazionale, dovresti averlo.

Cosa fare e cosa non fare per gestire un'attività di dropshipping legale

Ora che abbiamo coperto tutti i requisiti, è tempo di vedere come gestire un'attività di dropshipping legale. Copriamo le migliori pratiche e violazioni delle tre piattaforme dropshipping di e-commerce più grandi e comuni per fornirti informazioni più dettagliate.

Come fare dropship legalmente su Shopify?

Se vuoi fare dropship legalmente su Shopify, dovresti vendere prodotti di alta qualità da fornitori affermati e di alto livello. Anche se usi AliExpress, assicurati di vendere i migliori prodotti dei migliori produttori. Una valutazione a 5 stelle e recensioni positive sono le cose che devi controllare prima di scegliere il tuo fornitore e i tuoi prodotti.

Oltre a questo, dovresti registrare la tua attività come persona giuridica, come già discusso. Una volta fatto, puoi configurare il tuo negozio Shopify, contattare i tuoi fornitori, importare prodotti e iniziare a vendere.

Cosa evitare?

So che AliExpress è la fonte di riferimento per i nuovi dropshipper a causa di un budget limitato e della fama della piattaforma. Tuttavia, se vuoi che la tua attività sia credibile, legale e scalabile nel tempo, evita di vendere prodotti dei produttori di AliExpress.

Ci sono varie ragioni per questo, tra cui:

  • Venditori inaffidabili
  • Prodotti di bassa qualità
  • Prodotti con problemi di copyright
  • Tempi di spedizione molto lunghi fino a 50 giorni.

Naturalmente, questo non significa che tutti i prodotti siano cattivi. Quindi, se vuoi davvero vendere prodotti da questa piattaforma, assicurati di fare una buona ricerca, considerando la valutazione dei venditori e le recensioni dei prodotti.

Come fare dropship legalmente su eBay?

Puoi effettuare il dropship legalmente su eBay se puoi garantire che i tuoi prodotti verranno consegnati entro 30 giorni. Inoltre, è necessario trovare un fornitore affidabile in modo da ridurre il rischio di problemi con i prodotti venduti.

Cosa evitare?

Le offerte shill sono illegali su eBay, quindi non farlo. Se la direzione scopre che usi questo trucco, eliminerà il tuo sito, ti espellerà dalla piattaforma e ti segnalerà al tuo procuratore di stato per l'accusa.

Un'altra cosa che non dovresti fare è vendere prodotti da altri negozi online come i tuoi. Molti dropshipper cadono in questa trappola perché la vedono come il modo più semplice per avviare il loro business online. Tuttavia, procurarsi prodotti da altri venditori e venderli sul tuo sito a un prezzo più alto non è saggio. Non solo è illegale, ma non ti porterà un alto profitto.

Come fare dropship legalmente su Amazon?

Se vuoi vendere su Amazon, devi rispettare le loro regole. Secondo loro, tu:

  • Deve includere i dati aziendali sul prodotto, ricevute, tag e altra documentazione.
  • Non è possibile utilizzare Amazon FBA poiché in realtà non hai il prodotto ma dropship.
  • Sono responsabili della gestione dei tuoi prodotti, compresa l'elaborazione e i resi.

Cosa evitare?

Analogamente a eBay, Amazon non ti consente di vendere prodotti di altri negozi nel tuo negozio. È perché lo trovano immorale nei confronti del cliente. Vale a dire, rivendere i prodotti di altri negozi porta a venderli a un prezzo più alto, il che non è equo per il cliente.

Pratiche generali illegali di dropshipping

Oltre alle cose da non fare di ciascuna piattaforma menzionate nella sezione precedente, ci sono diverse pratiche illegali generali nel dropshipping, tra cui:

Vendita di marchi e prodotti protetti da copyright

Non devi mai vendere prodotti che non sei autorizzato a vendere poiché è visto come un crimine. Vendere Nike o Pokemon senza prima contattare il produttore / fornitore viola le regole del dropshipping e le leggi sul commercio. Pertanto, se si desidera vendere articoli protetti, è necessario prima contattare il fornitore e diventare un venditore autorizzato di tali prodotti. Quindi, puoi venderli legalmente nel tuo negozio.

Vendita di copie di prodotti di marca

Le copie dei marchi includono contraffazioni, repliche e imitazioni di tali prodotti. Non devi mai vendere contraffazioni poiché se segnalato al produttore, verrai citato in giudizio. Ciò comporterà la rimozione dei prodotti dal tuo negozio, la chiusura del negozio, il pagamento di una multa elevata e persino il perseguimento legale.

Quando si tratta di repliche e imitazioni, non dovresti venderle neanche. Tuttavia, di solito non sono considerati illegali ed è improbabile che il marchio faccia causa al dropshipper. Tuttavia, può succedere, quindi non è saggio farlo.

Se vuoi vendere repliche e imitazioni, devi ottenere una licenza per rivenditori. Questo documento ti permetterà di venderli legalmente e ti darà accesso a produttori e grossisti che producono quei prodotti.

Vendita di prodotti vietati e soggetti a restrizioni

Sappiamo tutti di cosa si tratta, quindi non c'è bisogno di entrare nei dettagli. La vendita di tali prodotti è un grande NO. In realtà, puoi vendere prodotti soggetti a restrizioni se hai una licenza. I prodotti limitati più comuni sono medicinali, alimenti e alcol.

Quando si tratta di prodotti proibiti, sono sicuramente un NO-NO. Sono completamente vietati dalla vendita e dalla distribuzione, quindi non dovresti nemmeno pensarci. In questa categoria rientrano:

  • Armi
  • Soldi
  • farmaci
  • animali
  • piante
  • pornografia
  • rifiuti sanitari
  • pietre e metalli preziosi

Naturalmente ci sono altri articoli proibiti, quindi è necessario controllare le leggi sul commercio internazionale e le leggi del proprio paese.

Non pagare le tasse

L'ultima pratica illegale sulla nostra lista è non pagare le tasse. Come probabilmente saprai, sei obbligato a pagare l'imposta sul reddito su ogni profitto che realizzi vendendo prodotti o servizi, nonché una tassa sui tuoi prodotti. In caso contrario, il tuo paese ti perseguirà e dovrai pagare una tassa elevata. Quindi, perché complicare le cose?

Paga le tasse al tuo paese e concentrati sul ridimensionamento della tua attività, non sul fatto che verrai scoperto o meno.

 

 

About the Author: Jay Clover

You May Also Like